Don Andrea Gallo (1928-2013).

dongallo

“Non ha mai temuto di sporcarsi le mani” dice don Ciotti, sul pulpito per l’ultimo saluto all’amico don Gallo. “I poveri, gli ultimi quelli che fanno più fatica sono coloro che ci aiutano a trovare Dio. Grazie Andrea per i tratti di cammino fatti insieme. Grazie per le porte che hai aperto e hai lasciato aperte. Grazie per aver testimoniato una chiesa che sta dalla parte delle dignità, una chiesa che non dimentica la dottrina, ma che non supera l’attenzione per gli ultimi e i dimenticati.”

… prosegue don Ciotti. Il ‘prete di strada’ che “ha saputo dare un nome a chi un nome non aveva” era “innamorato di Dio e dei poveri. Ha sempre detto che la chiesa non doveva pronunciare ‘l’extra omnes’ ma il ‘dentro tutti’: i gay, i poveri, i carcerati, i tossicodipendenti”. Don Gallo uomo, don Gallo partigiano, don Gallo prete che “sapeva cercare nel Vangelo una piattaforma comune per tutto ciò che ci unisce. Non ha mai chiesto credenziali di fede ma non faceva sconti: pretendeva che tutti imparassero a stare alla tavola dei poveri“.

24 maggio 2013

Annunci
Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: